Collana Scienze Umane

Rise il Ruscello

Autore: AA.VV.
Curatore: Daniele Giancane
Editore: Gagliano Edizioni
Data pubblicazione: Gennaio 2017
Formato: Libro -17x24,5- Pag.145
22,00

Descrizione
Il saggio parte dalla considerazione che Rodari è sì stato un grande autore, però la sua «lezione» - per quanto riguarda la poesia per l'infanzia - ha finito per debordare, sino a trasmettere l'idea che poesia per l'infanzia vuol dire solo filastrocca, gioco di parola. Eppure non è affatto così: la filastrocca è soltanto un itinerario della poesia e spinge esclusivamente alla dimensione ludica del linguaggio. Non si negherà che la poesia è anche questo, ma è soprattutto percorso nei sentimenti umani, avvio all'interiorità, riflessione sulla vita, emozione. È uno strumento che avvia a confrontarsi con tutte le emozioni umane: la felicità e la tristezza, il sogno e la rabbia, il ricordo e la speranza, il rapporto col mondo e con gli altri. Forse il momento in cui la poesia per l'infanzia italiana ha saputo rivolgersi al mondo interiore del piccolo lettore è stata quella tra 800 e 900: poeti come Novaro, Moretti, Valeri, Pertile, De Amicis, Pezzani hanno scritto del tempo che scorre e dei sogni ad occhi aperti, della poesia delle stagioni che mutano e degli animali, della gentilezza del cuore e della bellezza, della sacralità insita nelle cose. Senza questi sentimenti non c'è Poesia.


Biografia Autore
Daniele Giancane è pedagogista, scrittore per l'infanzia, animatore culturale, poeta, direttore di riviste e di collane editoriali, docente universitario di "Letteratura per l'infanzia" all'Università di Bari. Dirige la più longeva rivista letteraria dell'Italia meridionale "La Vallisa" e coordina le attività del gruppo omonimo. Molto intensa è la sua attività di studioso della letteratura per l'infanzia. Tra i tanti studi "Alberto Manzi o il fascino dell'infanzia (1975), "Per un'educazione alla pace (1986), "l'Abaco e l'ideogramma (1991), "Giuseppe fanciulli" (1994), "Le Paure dei Bambini" (1995), "Giuseppe Fanciulli" (1994). "Le paure dei bambini" (1995), "Educare con la letteratura: l'itinerario narrativo di Giovanna Righini Ricci"(1996), "Dal sud: letteratura per l'infanzia e immaginario merdiionale (2000). "Leggere che passione"(2005), "Rileggere i classici"(2006), "C'era una volta nel mondo" (2007), "Progetto lettura" (2009), "Letteratura per l'infanzia e l'adolescenza", con Angelo Nobile e Carlo Marini (2011), "Due autrici allo specchio" (2016).
Ha pubblicato una ricerca in tre volumi sulle fiabe popolari pugliesi, più un volume sulle fiabe lucane. E' tra i più prolifici studiosi del teatro per ragazzi in Italia, cui ha dedicato molte opere. Altrettanto cospicua è la sua produzione di scrittore per ragazzi, sin da "Nuovefiabe" (1982",fino a "Fiabe ecologiche (2009), "Al bullo? Mi ribello" 2011), "Gli animali e noi" (2013), "So dire di no" (2015). Ha scritto il romanzo per adolescenti "Ragazzo d'Albania", molto adottato nelle scuole italiane, Collabora con numerose riviste e con la pagina culturale de "La Gazzetta del Mezzogiorno", sin dal 1980. Dirige la scuola di "Scienze Umane" per l'editore Gagliano E LA collana "Scritture meridiane per ragazzi! per l'editore Adda.















▲ top page
Gagliano Edizioni
Via Dante, 334
70122 Bari

Cell 3487931423
P.I. 07472400725